Itinerari enogastronomici: Verona e il Lago di Garda

Verona, la città di Romeo e Giulietta, non è solo un luogo indimenticabile e ricco di monumenti, castelli, chiese e dimore storiche, ma anche una preziosa risorsa per gli amanti del cibo e del vino, un itinerario che parte dal Lago di Garda, si snoda tra le colline della Valpollicella, tocca le vette del Carega per arrivare alla zona del Castello di Soave, alla Valle delle ciliege di Illasi per finire nella bassa veronese famosa per il riso e altri piatti tipici.
olio d'oliva extravergine

Le bellezze e i prodotti enogastronomici del lago di Garda

Sulle sponde del Lago di Garda , luogo magico tanto decantato da poeti e scrittori, il clima mite favorisce la coltivazione dell’ulivo e delle piante di limone, prodotti tipici della zona ricca anche di pesce e vitigni.
L’olio extra vergine di oliva del Lago di Garda è un prodotto particolarmente apprezzato dagli intenditori del mangiar bene e costituisce una delle maggiori risorse gastronomiche della zona. Il turismo offre strutture d’avanguardia, hotel,  campeggi, un ostello, bed and break fast,  agriturismi e villaggi turistici.

Non mancano pizzerie e locali tipici, caratteristici e originali, dove gustare le specialità della zona. Nnella parte alta del lago di Garda (vicino al Baldo) si possono gustare anche prodotti del Trentino Alto Adige come i canederli e formaggi vari. Per i turisti esigenti e amanti del fitness, il Parco termale Villa dei Cedri a Colà di di Lazise (aperto anche in inverno) coniuga il divertimento con il relax di un bagno anche con idromassaggio.  Per i bimbi ma anche per i più grandi, Gardaland assicura ai turisti il divertimento e lo spasso di una giornata tra giostre e spettacoli, senza dimenticare il cibo con ristoranti e pizzerie interni.

I prodotti e i piatti tipici di Verona

Verona e gli gnocchi! Il piatto tipico di Verona sono sicuramente gli gnocchi, tanto che a Carnevale, quando si possono gustare anche golosissime frittelle e galani, il carro rappresentativo del centro storico è  quello dedicato a “Papà del Gnocco”. Tra i piatti preferiti dai veronesi fa la sua bella figura ed è molto apprezzata la pearà con il lesso, e nella zona della Bassa Veronese il riso di Isola della Scala fatto con il tartasal e in mille altri modi.

Tra i vini  rossi spicca il Valpollicella, coltivato nella zona collinare vicinissima al centro, e facilmente raggiungibile anche per fare trekking e lunghe passeggiate nella natura. Nella zona  a est di Verona (verso Venezia) si possono trovare buonissime ciliege nella Valle di Illasi, formaggi di malga sul Garega, i famosi piselli di Colognola ai Colli (da ricordare la festa dei Bisi a maggio) e il vino bianco di Soave.

Cosa vedere a Verona

I monumenti e le chiese non mancano e nemmeno i musei, a partire da Castel Vecchio con i suoi quadri, il castello di Montorio,  l’Arena di Verona, la casa e la tomba di Giulietta, il museo africano e quello di scienze naturali.
I castelli sono numerosi anche in provincia: Illasi, Soave, Cologna Veneta, Villafranca, sono i più belli della zona.

Anche gli amanti del verde possono trascorrere una vacanza indimenticabile a Verona: il Carega, la Lessinia e la zona del Baldo offrono paesaggi indimenticabili.
Verona offre quindi i vantaggi della città ma anche i panorami bellissimi della collina, della montagna e dal lago, oltre alla campagna circostante ricca di agriturismi e zone da visitare per apprezzare il bello e il buono.

Fonte foto: www.freedigitalphotos.net/