La cucina ungherese:la magia della paprika

La cucina ungherese è molto simile a quella dell’Austria, della Slovacchia e della Repubblica Ceca, però più ricca di profumi e sapori speziati per la presenza della paprika.
I piatti che più mi hanno colpito durante il mio ultimo viaggio a Budapest sono stati sicuramente i filetti di carpa, ingrediente principale di una piccante zuppa di pesce, le Crêpes con carne speziata e panna acida e quelle flambèes ripiene di noci e uvetta servite con cioccolato fuso, la torta Dobos con delicati strati di pan di Spagna e crema di cioccolato e dei medaglioni di manzo con una squisita salsa di funghi.
Anche lo stufato è molto diffuso, viene servito spesso con salsiccia piccante, peperoni e pomodori, lo spezzatino di maiale viene gustato con la paprika,l’aglio e le patatine fritte.
I peperoni, le cipolle e i pomodori sono le verdure più utilizzate come contorni nei principali ristoranti di questa bellissima città ricca di storia, cultura e percorsi gastronomici che possono soddisfare anche i palati più raffinati e golosi.
Budapest infatti è però nota soprattutto per le sue pasticcerie storiche come l’antica Pasticceria Gerbeaud, fondata nel 1858 da Henrik Kugler un noto pasticciere che inventò le marasche al cognac e altre prelibatezze, la Caffetteria e pasticceria Zsolnay che propone ogni giorno 100 tipi di dolci e il Caffè Pasticceria Ruszwurm frequentata anche dall’Imperatrice Sissi.
Naturalente questa stupenda città offre anche itinerari per innamorati e amanti dell’arte stregati dal Danubio e dai numerosi monumenti e tesori artistici. I viaggi in Ungheria sono sempre molto romantici e ricchi di fascino e poesia.
Spero di tornare presto in Ungheria e a Budanest magari con un week end last minute per poter ammirare di nuovo luoghi straordinariamente romantici come il Bastione dei Pescatori, il fiume Danubio con i suoi storici Ponti, la statua della Libertà sul Monte Gherardo o il mercatino natalizio.

Comments are closed.