News:folklore e magia dell’Oktoberfest a Monaco

L’evento enogastronomico

Al grido di “Benvenuti all’Oktoberfest a Monaco”, si rinnova ogni anno l’imperdibile appuntamento con la rinomata birra bavarese, con le gustosissime specialità gastronomiche locali e con le procaci e gentili ‘bariste’ che vestite in abiti tradizionali, rappresentano l’attrazione in più della famosa manifestazione. Quest’anno l’inizio dell’evento è fissato per le 12,00 di sabato 17 settembre quando, dopo la tradizionale sfilata nelle vie del centro, all’interno del parco della Theresienwiese di Monaco di Baviera, verrà spillato il primo boccale di birra. Giunta, quest’anno alla sua 176esima edizione, con i suoi 6 milioni di visitatori all’anno e i suoi 6,5 milioni di litri di birra consumati, la festa della birra è considerata la festa popolare più grande del mondo.

Per accogliere al meglio tutti i visitatori, per tre settimane, la cittadina bavarese si trasforma in un enorme pub all’aperto dove, a regnare incontrastata è “sua maestà” la birra. Ma non una birra qualsiasi, bensì quella prodotta appositamente per l’occasione dai sei birrifici tradizionali di Monaco: il Paulaner, lo Spatenhof, l’Hofbrau, l’Hacker -Pschorr, l’Augustiner e il Lowenbrau. Ogni birreria ha il suo stand dove la birra viene servita nel tradizionale “mass”, il boccalone da un litro dal costo di 9 euro. Se pagate con una banconota di dieci euro non aspettatevi, però, di ricevere il resto, perchè questo verrà ‘trattenuto’ come mancia dalle belle signorine che vi servono dietro ai banconi. Una cosa importante da sapere per i visitatori è che la birra può essere consumata solo stando seduti, quindi la prima cosa da fare appena arrivati nell’area della festa e trovare un posticino su uno dei tanti tavoloni di legno presenti all’interno dei capannoni e occupare la panca. Niente posto, niente birra.

Cosa vedere e gustare

Birra ma non solo. Se l’Oktoberfest attira, ogni anno, milioni di persone da tutto il mondo è anche per la sua atmosfera festosa e colorata, per le orchestrine, la buona cucina bavarese, le giostrine variopinte e le caratteristiche bancarelle dove è possibile acquistare prodotti dell’artigianato locale. Particolari che fanno della festa della birra, una festa per tutta la famiglia. Da non perdere, ad esempio, il ‘circo delle pulci’, dove si possono vedere pulci – appunto – che trainano piccoli carri, ballano e saltano. Suggestiva è anche il panorama che si ammira dalla cima della statua di bronzo della Bavaria, simbolo dell’orgoglio bavarese che domina l’intera area della manifestazione e a cui si può accedere attraverso un centinaio di scalini interni.

L’Oktoberfest, inoltre, è anche un evento enogastronomico unico nel suo genere. Agli stand presenti all’interno del parco di Wiesn si possono, infatti, gustare tutte le principali specialità culinarie bavaresi come il celeberrimo panino con gli ottimi wurstel tedeschi con a scelta salsa ketchup o la senape dolce. Un altro prodotto tipico è la Leberkaese, un tipo di insaccato, affumicato, cucinato e tagliato a fette. All’interno delle birrerie si possono ordinare anche il pollo arrosto e le patatine fritte..

Nel corso della manifestazione un pò tutta la città ritorna indietro di due secoli, quindi, non è assolutamente insolito vedere, specialmente nel parco di Theresienwiese, intere famiglie con bambini con gli abiti tradizionali bavaresi.

Come arrivare alla festa e dove soggiornare

L’Oktoberfest, infatti, nacque nel 1810 in occasione dei festeggiamenti per il matrimonio del principe ereditario bavarese Ludwig con la principessa Therese von Sachsen-Hildburghausen, da cui, poi, ha preso il nome il parco che ospita la manifestazione. Da allora la festa si è tenuta tutti gli anni con un’unica eccezione nel corso della seconda guerra mondiale.

L’ingresso all’Oktoberfest e l’accesso a tutti i padiglioni della festa è assolutamente gratuito. L’area del Wiesn può essere raggiunta con una piacevole passeggiata di circa 15 minuti dalla stazione centrale. Assolutamente sconsigliato recarsi alla festa con l’auto perchè è molto difficile parcheggiare nelle vicinanze. In alternativa, per chi arriva da fuori, si può prendere la metropolitana, linee U4 e U5 e scendere alla fermata Theresienwiese. Ci sono, inoltre molte agenzie di viaggio low cost che organizzano pullman per raggiungere l’Oktoberfest.

Per quanto concerne il soggiorno, infine, occorre prenotare con molto anticipo soprattutto se si vuole dormire a Monaco poichè trovare una camera nel corso della manifestazione è tutt’altro che facile. Per avere una panoramica completa della disponibilità nelle strutture turistiche può essere utile effettuare una ricerca sulla pagina internet di Hotel Oktoberfest. In alternativa si può vedere se si riesce a trovare una sistemazione all’Oktoberfest Camp: dove è possibile prenotare una tenda o un camper o l’Ostello della gioventù Burg Schwanek: un vero e proprio castello, trasformato in ostello. Da qui l’area della festa è raggiungibile in treno.

Quest’anno la festa continuerà fino al 3 ottobre, quando gli stands chiuderanno i battenti fino all’appuntamento del prossimo anno.