Prodotti enogastronomici dell’Umbria

Mi cucina la settimana scorsa è stata in vacanza in Umbria, una straordinaria regione ricca di storia, cultura e naturalmente enogastronomia.

Ha visitato molti luoghi bellissimi, itinerari ricchi di arte, magia e fede come le numerose chiese e santuari presenti nel territorio umbro come ad esempio la Badia, una bellissima e suggestiva abbazia del IV secolo, il Pozzo di San Patrizio, la Porta della Rocca, il palazzo del Popolo , la chiesa romanica di San Francesco, i palazzi Papali e naturalmente il Duomo ad Orvieto.

Durante una bellissima passeggiata nel parco del Trasimeno che comprende un lago con 3 piccole isole(Polvese. Maggiore e Minore), ha potuto ammirare anche numerosi uccelli come falchi pescatori e cigni selvatici e il bellissimo Castel Rigone, un borgo antico con veduta panoramica sul lago.

E’ tornata entusiasta dell’Umbria portando a casa molti prodotti locali e specialità enogastronomiche davvero squisite come gli umbricci, degli spaghettoni rustici di grano duro chiamati anche strozzapreti a Todi e Orvieto e bigoli a Gubbio, la rocciata, un dolce ripieno di miele, nocciole, noci, pinoli e uvetta molto simile allo strudel ma rotonda come una ciambella.

Ho potuto gustare così anche del prosciutto di Norcia, del buonissio pecorino umbro con il tartufo nero nell’impasto, il ciauscolo, un insaccato da spalmare sul pane e gli strangozzi dei buonissimi maccheroncini.

Devo dire che le specialità che mi ha portato da assaggiare erano così buone che ho deciso di accompagnarla la prossima volta volta per visitare assieme altri posti straordinari che non ha potuto vedere.