Prodotti tipici dell’Umbria

Quest’estate ho avuto la fortuna di fare una breve vacanza in Umbria e visitare luoghi bellissimi come la Cascata delle Marmore, una cascata artificiale tra le più belle d’Europa, nella Valnerina, in provincia di Terni, con i suoi sentieri, lo straordinario giardino botanico, il Belvedere, il Tunnel e il Balcone degli Innamorati.
Quello che mi ha colpito di più è stato il Balcone degli Innamorati e lo straordinario arcobaleno nel Belvedere Superiore alla sommità della cascata.
Sono luoghi veramente bellissimi ricchi di fascino e storia, come lo è tutta la regione.
Ma anche la gastronomia e la cucina non è male, anzi le specialità locali fanno venire spesso l’acquolina in bocca, soprattutto quelle con i tartufi neri di Norcia e i tartufi bianchi di Gubbio e Città del Castello, i veri tesori della Terra d’Umbria.
Tra i formaggi il mio preferito è sicuramente il pecorino di Norcia del Pastore, prodotto nella piana norcina, ma anche a Spoleto e nella Val Nerina, dal gusto un pò piccante e con stagionatura alta.
Anche le caciotte al tartufo sono veramente squisite, il profumo, l’aroma dato dal tartufo e il retrogusto di bosco è inconfondibile.
Il tartufo però viene utilizzato anche per piatti tipici locali abbinandolo alla pasta come le pappardelle, alle uova, ai funghi, al miele, spalmandolo sulle tartine come antipasto e per aromatizzare oli e salse speciali.
La gastronomia umbria vanta anche altri prodotti super come i numerosi insaccati,tra cui spicca il Prosciutto di Norcia e il Ciauscolo, gli oli e i i vini pregiati come Il Bianco Doc da Uve Trebbiano, il Grechetto e il Montefalco Sagrantino, dolci come la Rocciata e specialità come gli Umbrici, spaghettoni rustici di grano duro e le torte al pesto utilizzate spesso al posto del pane.
Per celebrare i prodotti enogastronomici si fanno spesso ferie e sagre legate alla tradizione contadina come la Festa della Frasca che si tiene ogni anno a l’ultimo sabato e domenica di novembre a Giano dell’Umbria con gratuite della bruschetta con l’Olio Novello, frittelle di pane e vino.