Specialità della Campania

Tutti pensano che la Campania sia nota solo per la Pizza Napoletana o per il limoncello di Sorrento, ma in realtà ci sono altri golosissimi piatti che vale la pena assaggiare durante un soggiorno in questa straordinari terra ricca di tradizioni e di cultura.
La tradizione gastronomica vanta numerosi tipo di pane ad esempio il pane cafone, il tipico pane di Napoli fatto con la farina di grano tenero, acqua, lievito naturale acido e sale, dalla tipica forma rotonda e dal peso di circa 1 kg, morbido e liscio oppure il pane di Saragolla con mollica dal colore giallo paglierino perchè cucinato con il grano coltivato nelle zone del Sannio e con lievito acido o di birra.
Se andate a visitare la famosa certosa di Padula potrete assaporare le sue pagnotte caserecce, rotonde, composte da farina di grano tenero e semola di grano duro con la crosta disegnata con dei piccoli quadrati.
Da assaporare in compagnia degli amici anche il panuozzo, un pane dalla morbida consistenza cotto nel forno della pizza e farcito con le specialità della zona oppure la pastiera napoletana una crostata di pasta frolla con grano cotto nel latte, scorza di limone, cannella, ricotta, uova, zucchero, canditi di cedro, zucca, arancia, scorza di limone, cannella e acqua con fiori d’arancio.
Dopo un viaggio in questa straordinaria regione mi lascerà il ricordo non solo dei sui monumenti e delle straordinarie ricchezze archeologiche ma anche della sua ricchissima cucina.