Tradizioni e gastronomia:una salsa fatta con le alici

Oggi voglio parlarvi della colatura delle alici, un’antica tradizione dei pescatori del sud d’Italia.
La colatura è il liquido di colore ambrato che viene recuperato dai barili di castagno e rovere delle acciughe che sono state salate all’inizio dell’estate.

Quando a novembre vengono aperti i barili il liquido viene filtrato e imbottigliato utilizzando un tappo fatto con dell’origano per insaporire la colatura. Quindi viene lasciato al sole per un’anno e poi utilizzato come salsa per condire la pasta come gli spaghetti con le cozze e le vongole, aglio olio e peperoncino, ma anche piatti con verdura.

La ricetta e il procedimento hanno radici antiche risalendo addirittura ai Romani. La tradizione vuole che la colatura sia anche un gradito regalo natalizio nella città di Cetara a Salerno in costiera Amalfitana dove viene prodotta.

Questa squisita salsa è un modo per recuperare e utilizzare le acciughe senza sprecare nulla, un prodotto gastronomico tipico della cucina tradizionale partenopea e della costiera Amalfitana, ricca di profumi e sapori del mare. Ottimo in tempi di crisi come il nostro.

Il sapore del nostro pesce azzurro sapientemente racchiuso in vasetti di vetro per ricordare il profumo e la bellezza del nostro mare e del sole campano anche a centinaia di chilometri di distanza!
Forse se le antiche tradizioni si diffondessero ci sarebbero meno sprechi e rifiuti.